in

Sant’Agata dé Goti, il borgo a picco su uno sperone

Sant’Agata de’ Goti, in provincia di Benevento, è un borgo a picco su uno sperone di tufo che sorge nella Valle Caudina, alle falde del Monte Taburno. La sua particolarità architettonica gli ha valso la Bandiera arancione e fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia! Un posto unico in tutta Italia.

Il borgo di Sant’Agata de’ Goti è ricco di monumenti, il più conosciuto è il Castello ducale, eretto dai Longobardi e poi modificato e ampliato nell’XI secolo dai Normanni. Il più famoso evento in questo incantevole borgo è l’Infiorata del Corpus Domini: Ogni anno le piazze del centro storico ospitano gli altarini per il passaggio della processione e sono decorati con migliaia di fiori colorati. 

Come raggiungere il borgo? La città è raggiungibile dall’autostrada A1 uscita Caserta Sud in direzione della Statale Appia, e deviazione a Maddaloni sulla Statale 265 per i Ponti di Valle di Maddaloni, o anche proseguendo sull’Appia, all’uscita di Arpaia o di Airola.

Una curiosità. Sant’Agata è stata set cinematografico per molti film e cortometraggi! Ve ne citiamo alcuni: ‘Il resto di niente’, ispirato all’omonimo romanzo di Enzo Striano, ‘La mia generazione’, con Silvio Orlando, Claudio Amendola e Stefano Accorsi, ‘L’imbroglio nel lenzuolo’ con Maria Grazia Cucinotta e Nathalie Caldonazzo e il film di Alessandro Siani ‘Si accettano miracoli’, con Fabio de Luigi e Serena Autieri. Insomma, un luogo dalle mille risorse!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

Canazei. Stefano Tacconi presenta il ‘vino di famiglia’

Sushi: i cinque migliori ‘All you can eat’ di Roma