in

Luca Guerrieri pubblica l’album “Timeless” il 21 maggio 2021


Il nuovo album di Luca Guerrieri, “Timeless”, esce il 21 maggio 2021 sulla sua DVS Records. Arriva pochi mesi dopo due dischi intensi come “Homemade” e “Nightmares”, usciti ad aprile e a novembre 2020. Quello della pandemia, per l’artista toscano, non è stato un periodo di stop ma di musica e creatività, con tante ore in studio di registrazione, ogni giorno.

Dopo successi internazionali come “Tears” (suonata anche nel main stage del Tomorrowland) e “Harmony”, battezzata da Pete Tong nel suo programma su BBC Radio 1 e remix di brani di decine di artisti di culto come Bob Sinclar, Marshall Jefferson, Sidekick, Dirty Vegas, Watermat, Roland Clark (…), Luca Guerrieri continua a crescere come artista. E con “Timeless” lancia un messaggio.

Perché “Timeless” è un album, ma è anche un avvertimento. In inglese significa semplicemente non c’è più tempo. Utilizzando il linguaggio universale della musica elettronica, declinata in canzoni e in brani strumentali Luca Guerrieri ci ripete ciò che in fondo sappiamo già bene e che soprattutto oggi, durante una pandemia, non vogliamo sentire: il tempo è esaurito, il mondo sta andando verso una brutta fine. “Dobbiamo svegliarci”, dice Luca.

“La pandemia di Covid-19 non può aver messo in ombra lo sfruttamento sempre più massiccio del pianeta”, continua. “Il 2021 deve essere l’anno della svolta, visto che il riscaldamento globale e l’inquinamento non fanno sconti. Potremmo tornare a vivere in paradiso, ovvero sul nostro pianeta, ma solo se smetteremo di inquinarlo e se utilizzeremo ogni risorsa per riuscire nell’impresa”.

“Timeless” non è però un disco di cupa disperazione. L’album si apre con “Risvegli”, un brano strumentale in cui un beat elettronico si mescola agli archi in modo perfetto e si chiude con “Una luce che scalda”, una ipnotica traccia downtempo in cui il beat invece gioca con una voce femminile.

E se “Timeless”, la title track, è un brano intenso, dominato da un giro d’accordi di pianoforte tipico di tanti successi internazionali di Luca Guerrieri, “Crescendo” dà grande energia. Potrebbe essere perfetta come colonna sonora di un progetto multimediale dedicato alla rinascita.

“Mi interessano poi sempre di più la composizione e la multimedialità. Credo sia logico, crescendo, cercare di non ripetersi troppo”, continua Guerrieri. “Mi sento sempre più producer e un po’ meno meno dj, anche se ovviamente lo resterò sempre nell’anima. ”Timeless’, ad esempio, esce in due versioni. Una dedicata a Spotify a all’ascolto, l’altra dedicata ai siti di download musicale utilizzati dai dj, con versioni estese pronte per essere mixate”.

Tra i brani di “Timeless” spicca infine “Show me Love”, una ballad elettronica che sembra raccontare una storia d’amore interstellare. La canzone è inclusa anche in “Feelings”, l’album della cantautrice italo-inglese Meri, che esce anch’esso il 21 maggio 2021. “Non ho solo prodotto l’album di Meri. La nostra collaborazione è assoluta”, conclude Luca Guerrieri. “Per questo abbiamo deciso di pubblicare i nostri dischi lo stesso giorno e includere in entrambi la versione ‘elettronica di “Show me Love”. La versione voce e chitarra della canzone invece si può ascoltare solo nell’album di Meri”.

Meri, il suo album “Feelings” fuori il 21/05

Stefano Pain, è la volta di “I’m Over You”, prodotta assieme ai Nasty Guys