in

22HBG e la sua skill Babbo Natale per Alexa

“Quanto manca a Natale?” non è una oziosa domanda da ufficio. Se preceduta dalla parola magica, “Alexa, quanto manca a Natale?” a rispondere sarà Alexa, il servizio vocale di Amazon, che, anche per il Natale 2020 dopo quello del 2019, porterà la voce di Babbo Natale nelle case dei clienti in Italia. Sviluppata da 22HBG ed inclusa nello Store delle Skill di Alexa, la skill “Babbo Natale” introduce funzioni native, domande e interazioni pensate per tutta la famiglia come: “Alexa, chiedi a Babbo Natale qualcosa di divertente” per avere una barzelletta a tema natalizio, ma anche news, meteo, canzoni (con “Alexa, canta con Babbo Natale”) per un’esperienza a 360°. È inoltre possibile attivare la radio natalizia proposta dal network RDS, chiedendo “Alexa, chiedi a Babbo Natale di farci ascoltare della musica”. 22HBG ha inoltre sviluppato la Skill per bambini “Dov’è Babbo Natale” con funzionalità native dedicate ai più piccini come “Alexa, dov’è Babbo Natale?” o “Alexa, chiama Babbo Natale”. Per le risposte, a prestare la voce a un Babbo Natale molto impegnato con la distribuzione dei regali, è Carlo Elli, speaker di RTL che, con la sua voce profonda, interagisce con grandi e bambini. Una serie di contenuti adatti a grandi e piccoli per attivare momenti di gioco e leggerezza durante le festività con Alexa. Reduce dal successo della Skill 2019, il team di sviluppo ha aumentato le possibilità di interagire, le storie che Babbo Natale può raccontare, le interazioni dirette capaci di farci vivere, insieme alla voce, alle immagini e alle animazioni natalizie un momento di spensieratezza e divertimento. “Ogni anno è un super lavoro” spiega Gianluca Busi, CEO di 22HBG “ma quanta soddisfazione vedere i miei figli interagire con Babbo Natale attraverso Alexa, e pensare che l’hanno creata i miei ragazzi dà un senso non solo al Natale, ma anche al lavoro e all’impegno nell’innovazione”.

more info: 22hbg.com

LaBottega – Lainate (MI): pranzo da gourmet o pizza napoletana verace alla carta?

Al Mamì pranzi in regalo durante la settimana per evitare gli assembramenti del weekend