in

Icio Franzoni (Royal Management): lo show business ha bisogno di bellezza ed eccellenza
Icio Franzoni (Royal Management): allo show business servono bellezza ed eccellenza
Icio Franzoni (Royal Management): allo show business occorrono bellezza ed eccellenza
Icio Franzoni (Royal Management): allo show business occorrono eccellenza e bellezza

Creata e gestita da Maurizio “Icio” Franzoni, Royal Management è un’agenzia specializzata nel fornire modelle/i e hostess a chi organizza eventi, party e fiere, soprattutto nel settore entertainment & nightlife. Attiva da anni, l’agenzia gestisce un numero di talenti notevole, ma più che sulla quantità, da sempre punta su qualità ed eccellenza. Royal Management ha poi a disposizione ciò che può fare la differenza per creare party o eventi memorabili: centinaia di abiti e costumi capaci di esaltare la bellezza delle ragazze in modo sempre diverso. Maggiori informazioni: http://lorenzotiezzi.it/royal-management/ (social, info, foto, etc).

Abbiamo incontrato Maurizio “Icio” Franzoni, 45 anni, di Verona. E’ un vero professionista dello show business. Da più o meno trent’anni si occupa di divertimento e da quasi 15 gestisce Royal Management, una delle realtà più stimate e rispettate dagli addetti ai lavori quando si tratta di entertainment, clubbing e nightlife. Le ragazze che fanno sognare sui palchi dei top club italiani (e non solo) spesso lavorano con la sua agenzia. Anche in un periodo difficile come questo per i locali, Icio si definisce orgogliosamente ‘discotecaro’. “La discoteca è perfetta per divertirsi, ma è anche il luogo giusto per muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo”, spiega. “Per me poi è sempre stato un lavoro vero. Perché chi lavora di notte, lo fa quando quasi tutti hanno già ‘staccato’ e possono rilassarsi. Il settore divertimento può dare grandi soddisfazioni, ma a differenza di ciò che pensano in molti, richiede impegno e professionalità, 24 ore su 24”.

Come hai iniziato a lavorare di notte?

A soli 16 anni, per caso. Nell’estate 1991 ero a Riccione in vacanza con i miei genitori. Ero già vestito in modo particolare, ovvero ero patito di Jean Paul Gautier… Mi fermarono per strada per chiedermi se avevo voglia di fare il PR, termine che all’epoca nessuno associava alla nightlife. Mi davano dei flyer da dare ai ragazzi e alle ragazze in Viale Ceccarini e a Rimini e già da subito, col mio spirito di convincimento, riuscivo a veicolare molte persone. I miei trovarono un accordo con un hotel della zona e invece di stare pochi giorni, feci tutta la stagione. Ho iniziato lavorando al Barcellona di Rimini, poi sono venuti Cellophane, Cocoricò, un after come Vae Victis e l’Ethos. Più tardi, ho avuto altre esperienze in alcuni dei più importanti club italiani. sempre come PR. Tra gli altri, Alter Ego, Mazoom, Area City, Syncopate, Aida. Dal 1996 al 1996 ho gestito club minori, per poi occuparmi di Xhype, una realtà techno che ha fatto divertire il nord italia per due stagioni mettendo in console dj importanti. Subito dopo ho fatto il direttore di una grande discoteca, un multisala. Non era però il mio mood lavorativo (…).

Tutta l’intervista ad Icio Franzoni (Royal Management) è è disponibile a questo link: bit.ly/IcioFranzoniRM

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Paura di un nuovo lockdown? A ruba i rulli interattivi per i ciclisti

Modus Dj e Manolo Terruzzi @ DVCA di Milano