in

Komatsu San: una playlist per conoscere “internet music” e “riddim dubstep” e il suo punto di vista su queste settimane

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Komatsu San, ovvero con Aldo Gambarini, giovane artista bergamasco che di solito vive, studia e lavora a Milano. Il suo nuovo singolo, “SwitchBlade”, una cavalcata decisamente energica, tra pop ed elettronica. La ascoltate qui: bit.ly/2vKomatsuSan.

Siccome la musica a parole non si capisce mai davvero, sono due linguaggi diversi e siccome l’alternative pop è purtroppo poco programmata dalle radio italiane, ecco una bella playlist per avvicinarsi ad un universo sonoro decisamente piacevole.
La trovate qui: bit.ly/KomatsuSanPlaylist .

Un periodo non facile come questo è perfetto anche per avvicinarsi a musica nuova. “Ho creato la playlist ‘Fashion & Lifestyle’ per condensare tutte quelle che sono le mie influenze maggiori”, racconta Komatsu San. “Non sono solo dei pezzi che mi piacciono, sono dei veri e propri pilastri fondanti del melting pot su cui si basa Komatsu San. Si passa dalla caramellosa internet music di Alice Longyu Gao alla brutale riddim dubstep degli Knife Party passando per altri artisti del calibro di S3RL e Virtual Self”.

Che cosa stai facendo in questo momento di stop?
Sto lavorando, studiando, ed auto – migliorandomi. Non ho intenzione di lasciarmi prendere dal malumore ma di sfruttare quest’occasione per diventare una versione migliore di me stesso.

Stai creando nuova musica nel tuo studio di registrazione?
Sono confinato a casa dei miei genitori a Bergamo mentre il mio studio è a Milano, quindi sono impossibilitato a produrre alcunché. Ciò significa che immagazzinerò ispirazione a tempo indefinito e quando tornerò in studio darò forma a tutto ciò che mi è frullato in testa durante questa quarantena.

Come passi il tanto tempo che resta?
Le mie attività principali, come dicevo prima, sono legate all’auto miglioramento. Ho imparato a cucinare piatti nuovi e ho ricominciato ad allenare il mio fisico dopo mesi di stop. Seguo le lezioni da casa e la sera gioco online con qualche amico. Non sono mai stato così produttivo per quanto riguarda me stesso e al contempo così genuino. Mi sembra di vivere dentro a qualche gioco di simulazione dove è giunto il momento di accumulare punti esperienza.

Vuoi dare qualche idea ai tuoi colleghi artisti o giovani per sfruttare in qualche modo questo momento difficile?
Tenete la mente occupata ma soprattutto allenata. La parte più difficile, per lo meno per me, è il contatto umano. Sono una persona che ha costantemente bisogno di stare in mezzo alla gente ma sono consapevole del fatto che stare da solo mi sta temprando. Ricordatevi che ad un certo punto finirà e avremo tutti un concetto diverso di libertà, magari la daremo meno per scontata.

Cosa vorresti fare quando potrai di nuovo far divertire la gente?
Ho già in mente un sacco di progetti e collaborazioni da mettere in atto non appena torneremo a vivere in modo normale. Ho intenzione di viaggiare e espandere i miei orizzonti sia sociali che musicali.

MEDIA INFO E HI RES PHOTO
http://lorenzotiezzi.it/komatsu-san/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Love Regenerator 3 (Calvin Harris)

Calvin Harris: Love Regenerator parte terza

“Andrà Tutto Bene”: le parole di DiTutto